Rapporto Banca - Impresa

Perchè le banche e le imprese hanno bisogno di instaurare una relazione stretta di lungo periodo?

17/10/2018

 

Contrariamente a quanto di solito ritenuto, l’utilizzo da parte dei principali gruppi bancari di sistemi di rating per la concessione del credito non sminuisce la relazione tra banca e impresa. Questo perché i sistemi di rating bancari, attraverso i test della Banca d’Italia, riescono statisticamente ad evidenziare la rischiosità dei soggetti esaminati, tuttavia potrebbero non riuscire a percepire le peculiarità di specifiche situazioni. E allora, la regola è che più si aumentano i meccaniscmi di valutazione e più deve essere profondo e continuativo il rapporto di conoscenza instaurato tra imprenditore e gestore della relazione.

 

Da evidenziare però che questo rapporto deve essere reciproco: il gestore deve conoscere perfettamente le aziende nel suo portafoglio, ma l’imprenditore deve anche capire le esigenze della banca e garantire un interscambio bidirezionale di informazioni.

 

 

La variabile conoscenza, a questo punto, nel rapporto banca – impresa non deve riguardare solo la concessione del credito, ma deve essere aggiunta ad altre variabili, come ad esempio, la gestione del credito deteriorato. Soprattutto in casi di eventuali ostacoli, far intervenire il fattore “conoscenza” può essere di aiuto ad evitare ulteriori patologie da credito.

 

 

 

L’imprenditore ha infatti il compito e la responsabilità di organizzare i beni aziendali e l’attività delle persone, per raggiungere gli obiettivi assegnati all’impresa e quindi risulta decisivo implementare un sistema di controllo, gestione e monitoraggio, non solo dei costi, ma dell’intero ciclo produttivo (acquisti, produzione, vendite) che coinvolge tutte le diverse tipologie di stakeholder, interni ed esterni (fornitori, dipendenti, clienti, finanziatori) per far sì che partecipino non solo alla realizzazione e raggiungimento degli obiettivi, ma anche alla condivisione e predisposizione di una strategia ben definita e chiara.

 

 

Nel monitoraggio del credito, le nuove normative di vigilanza hanno di recente puntato il dito sul credito tollerato (Forborne). Più in particolare la Bce ha imposto agli istituti di segnalare tutti i soggetti in difficoltà finanziaria che richiedano alla banca una misura di tolleranza quale il rinnovo dei prestiti in scadenza, lo spostamento delle rate, l’allungamento dei termini di pagamento ecc. Ovviamente il timore della vigilanza è che possa trattarsi di posizioni tenute in vita dalla banca stessa solo grazie alla concessione delle citate misure di aiuto. Da evidenziare, tuttavia, che la BCE ha precisato che vanno considerati in difficoltà finanziaria solo quei soggetti che evidenzino una situazione di difficoltà strutturale e continuativa, quindi non chi presenta un problema transitorio e occasionale. Ora risulta evidente che, anche in questo caso, solo un fluido rapporto di conoscenza tra banca e impresa consentirà al gestore di valutare correttamente la situazione dell’azienda ai fini della segnalazione alla vigilanza.

 

 

 

Si comprende bene quindi come in questo contesto cioè la conoscenza (quindi il rapporto) tra le fonti di finanziamento e le imprese, per lo svolgimento delle attività necessarie al raggiungimento degli obiettivi prefissati, risulta essere decisivo in termini di scelta di tipologia e di costi.

 

Partner e professionisti esperti, come Sfera Servizi, possono dare una reale conoscenza di strumenti, oltre alle relazioni e condizioni ambientali (socio politico economiche) necessarie a guidare non solo l’imprenditore, ma anche, e soprattutto, gli istituti bancari verso l’utilizzo di strumenti e forme tecniche più adeguate che realizzano un rapporto “win-win” banca – impresa.

 

 

 

Per saperne di più e per ricevere consulenza, contattaci → tel. 091 678 8262 -g091 678 8105 – info@sferaservizi.it

 

 

SFERA SERVIZI S.r.l.
unipersonale

 

Partita Iva 08211830966

 

Sede Legale e Uffici Milano:

  Piazza A. Diaz 5 g 20123 MILANO

tel. 02 84176 495 g 02 84176 490

 

Uffici Palermo:  

L.go Lituania 11 g 90146 PALERMO 

tel. 091 678 8262 g 091 678 8105

 

fax unico 091 748 2031

 

info@sferaservizi.it